Pagina Iniz. 2019 Settembre ORDINAZIONE DIACONALE DI DON SIMONE ZAPPA

ORDINAZIONE DIACONALE DI DON SIMONE ZAPPA

ORDINAZIONE DIACONALE DI SIMONE ZAPPA
 Alle ore 6.30 partenza da piazzale Brighi del pullman per i partecipanti alla celebrazione.
 Alle ore 9.00 celebrazione in duomo a Milano.
 Alle ore 18.30 in San Paolo Vespri solenni e Benedizione eucaristica presieduti dal novello
diacono don Simone.
 Alle ore 19.30 apericena in oratorio di San Paolo.
Domenica 29 alle ore 10.00 S. Messa solenne in San Paolo, con servizio diaconale e prima omelia di don Simone.
Accompagniamo don Simone con la preghiera e facciamo festa per questo dono che il Signore ancora una volta ha fatto alla nostra comunità.

Ad ormai meno di una settimana dalla mia Ordinazione diaconale, il Prevosto mi ha chiesto di scrivere questa prima pagina di “Vita Comunitaria” per spiegare il grande passo che mi appresto a vivere. Con l’Ordinazione diaconale comincio il sesto e ultimo anno di formazione in Seminario che si concluderà a giugno con l’Ordinazione presbiterale. Il Diaconato è il primo grado del Sacramento dell’Ordine e il diacono è chiamato in particolare al servizio (diakonos in greco significa “servitore”): egli infatti aiuta il Vescovo e i sacerdoti negli impegni pastorali, nella celebrazione della Liturgia, nell’annuncio della Parola e nel servizio della carità verso i poveri. Colgo anche quest’occasione per presentare il motto scelto dalla mia classe e l’immagine del tableau. Il motto “Perché il mondo creda” è un versetto del Vangelo di Giovanni inserito nel più ampio contesto della preghiera che Gesù rivolge al Padre nell’ora della Passione; esso richiama a due aspetti significativi per il ministero che noi Candidati ci stiamo preparando ad assumere. Anzitutto “l’essere uno”: solo la comunione con Lui e l’autentica fraternità, sostenuta dal pane della Parola e dell’Eucaristia, può rendere credibile l’annuncio, con la parola e con la vita, del suo Vangelo. Quindi “l’essere presi a servizio” per l’umanità: il cammino intrapreso ormai da alcuni anni, che ora va verso il passo definitivo, non è una nostra pretesa ma una resa. Il desiderio di noi Candidati è che la nostra vita sia una testimonianza autentica, perché il mondo creda che ogni persona è amata e chiamata da Dio in modo del tutto speciale. L’immagine che fa da sfondo al tableau è un dipinto di C. D. Friedrich: Mattina sul Riesengebirge. Ad uno sguardo iniziale si nota il paesaggio montano e, in primo piano svettante sulla cima più alta, una croce, unico elemento che supera la linea dell’orizzonte. Un’osservazione più accurata conduce a scorgere ai piedi della croce due personaggi: una donna vestita di bianco e un uomo vestito di nero. La donna, che rappresenta la Chiesa, è raffigurata sotto la linea dell’orizzonte, dunque sotto la croce; con una mano si aggrappa ai piedi del Crocifisso e con l’altra aiuta l’uomo vestito di nero, simbolo dell’umanità intera, nel suo cammino verso la cima, dunque verso Cristo. Ringraziando ancora tutti per le diverse e numerose espressioni della vostra vicinanza per questo momento particolarissimo del mio cammino, vi do appuntamento alle celebrazioni di sabato e domenica prossima per ringraziare il Signore dei suoi continui e immensi doni di Grazia! Simone Zappa Simone Zappa

SimoneZappa