Pagina Iniz. 2019 settembre IL SALUTO DI DON PAOLO GALLI

IL SALUTO DI DON PAOLO GALLI

U n caro saluto a tutti.
Solo poche righe per presentarmi, lasciando poi al tempo e alle relazioni la possibilità di conoscerci sempre meglio.
Mi chiamo don Paolo Galli, ho 48 anni (sono nato nel 1971), sono originario di Cesate (paese a nord di Milano) e sono prete dal 1998.
In questi 21 anni di ministero ho fatto sempre e “solo” il coadiutore dell’oratorio: per 10 anni a Mozzate, per 11 a Milano, nelle parrocchie di S. Maria del Suffragio e dei Ss. Silvestro e Martino.
Se dovessi sintetizzare in due parole questi 21 anni direi così: sono più contento adesso di quando sono diventato prete.
Mi appresto ad iniziare un nuovo tratto di strada per me completamente inedito: non sono mai stato prete all’interno di una comunità pastorale e non sono mai stato referente di una parrocchia all’interno della comunità pastorale stessa. Avrò molto da imparare: sono – però – sereno e desideroso di continuare – pur con tutti i miei limiti – a raccontare la bellezza di Gesù e dell’essergli amici.
Infine permettetemi un’avvertenza.
Qualche anno fa ho subito un trauma acustico all’orecchio destro che mi ha reso, da quella parte, parzialmente sordo. Ci tengo a dirvi questo perché  potrebbe succedere che se mi chiamerete o mi saluterete in corrispondenza dell’orecchio destro stesso, potrei non voltarmi o non rispondere: sappiate che non sarà per maleducazione o perché ce l’avrò con voi: sarà, semplicemente, perché non vi avrò sentito.
Ci vediamo presto – Don Paolo

LogoComPatorale