Pagina Iniz. 2019 giugno LE NUOVE DESTINAZIONI DI DON ENRICO E DON PAOLO

LE NUOVE DESTINAZIONI DI DON ENRICO E DON PAOLO

Abbiamo ricevuto, lo scorso 31 maggio, dal Vicario Episcopale la seguente comunicazione:
Ai fedeli della Comunità Pastorale “S Vincenzo” in Cantù.

Cari fedeli, vi scrivo per comunicarvi che don Paolo Baruffini e don Enrico Porta, dopo 6 e 8 anni di presenza nella vostra Comunità, riceveranno con il 1° settembre una nuova destinazione: il vescovo invia don Paolo come Parroco nelle parrocchie S. Bartolomeo Apostolo a Carugo e SS Nazario e Celso Martiri ad Arosio, mentre don Enrico Parroco a S. Gervaso e Protaso in S. Maria Assunta di Romano Banco in Buccinasco. Desidero esprimere ad entrambi un grande GRAZIE per tutto l’impegno di questi anni spesi per il bene della comunità. GRAZIE per la loro testimonianza di preti innamorati del Signore e  della loro gente. Assicuriamo a loro la nostra preghiera e auguriamo ogni bene.
Nelle prossime settimane sarò in grado di comunicarvi chi prenderà il loro posto nella vostra Comunità pastorale. Intanto vi invito alla preghiera per le vocazioni al ministero ordinato e per la santità dei preti. Vi saluto con affetto e vi benedico di cuore, don Luciano Angaroni

DON ENRICO E DON PAOLO CI SCRIVONO:
Quando l’Arcivescovo concluse la Visita Pastorale incontrò singolarmente i sacerdoti. La prima cosa che mi disse fu “sto cercando sacerdoti per le periferie della Diocesi. Tu che ne dici?” Subito ho intuito che si stava aprendo un orizzonte nuovo e imprevedibile. Oggi sto cominciando a salutare tutti voi Parrocchiani della Comunità san Vincenzo. Grazie per avermi accolto, anche con le mie lentezze ma grazie specialmente per avermi educato alla fraternità e alla collaborazione, tra noi sacerdoti, tra le varie Commissioni pastorali e tra le diverse realtà di Comunità. Ho incontrato tante persone entusiaste, amiche, generose che mi hanno insegnato a pregare e lavorare insieme. Prego per le nostre comunità perché i disegni di Dio si realizzino bene, con fede e con tanta generosità. don Enrico

Ho accolto questa chiamata del Signore che mi è giunta attraverso l’Arcivescovo pensando subito a Cantù e alla fatica che mi sarebbe costata questa partenza. Ma stando qui, fino dal primo giorno, ho fatto di tutto per custodire tutti voi non su un elenco, ma facendovi posto nel cuore. E questo posto rimane nonostante le condizioni cambino. Se anche mi viene chiesto di partire, il bene che qui ho ricevuto e che ho dato a tutti voi non può finire, perché è stato vero e sincero. Vi chiedo di pregare per me, per questo impegnativo servizio a cui mi chiama l’Arcivescovo. Vi ringrazio per tutto il bene e la serenità che qui ho vissuto, giorno per giorno. Mi costa molto lasciare Cantù e in particolare la bella San Teodoro, il Cammino Famiglie, l’impegnativo -ma  stimolante- gruppo dell’Iniziazione cristiana (con le catechiste, i bambini e i genitori), i tanti Fidanzati che ho accompagnato al Matrimonio e la Scuola a cui ho dato 20 anni di insegnamento. Sono però convinto che tutti noi e tutta la Chiesa siamo nelle mani buone, sicure e forti del Padre. Lui ci tiene uniti facendo di noi una cosa sola. Prima della mia partenza ci saluteremo bene, guardando già da ora alle nuove mete e alle nuove promesse che Dio sicuramente ha pensato per tutti: per chi parte e per chi rimane. Grazie, grazie, grazie.  Don Paolo

LogoComPatorale